“Che cosa intende fare il Governo per garantire la riconfigurazione del Dipartimento militare di medicina legale di Palermo in Polo diagnostico e ambulatoriale e la salvaguardia delle professionalità amministrative, sanitarie e tecniche presenti in questa struttura?”.

Lo chiede in un’interrogazione al ministero della Difesa il deputato Pdl Giampiero Cannella. Secondo il parlamentare “la proposta di chiusura del Dipartimento militare di Medicina Legale di Palermo, senza alcun Polo sanitario diagnostico e sanitario, è un fatto grave che penalizzerebbe un bacino di utenza di circa 25 mila persone e che abbraccia, oltre a tutto il personale militare e civile del Ministero della Difesa (esercito, aeronautica, carabinieri), anche quello del ministero degli interni (polizia di stato, vigili del fuoco), della giustizia (polizia penitenziaria), dell’ambiente (guardia forestale) e dell’economia (guardia di finanza)”.