Un violento acquazzone ha colpito la notte scorsa la provincia di Enna. In seguito alle abbondanti piogge, le sezioni della casa circondariale di Enna sono tutte allagate. Il personale di polizia penitenziaria e’ in servizio con gli stivali per muoversi nei corridoi del piano terra e del primo piano. Lo denuncia il sindacato di categoria Osapp. “L’intera postazione all’ingresso della sezione totalmente allagata – dice Mimmo Nicotra, vice segretario generale del sindacato -. Altro che emergenza carceri, a Enna gia’ negli anni scorsi sono intervenuti anche i vigili del fuoco dopo le piogge nonostante gli annunci di lavori alle strutture, nulla e’ cambiato”. “Il capo del dap Franco Ionta nel 2011 dovrebbe consegnare le carceri nuove che avrebbe dovuto costruire, invece noi assistiamo al degrado di quelle esistenti – continua Nicotra -. Otre alle assunzioni, aspettiamo ancora i 2000 agenti, anche il piano carceri sta diventando ogni giorno che passa una bufala. Ringraziamo per questo il ministro della giustizia Angelino Alfano”.