Sono in programma lunedì prossimo al palazzo di giustizia di Catania gli interrogatori di garanzia nell’ambito dell’inchiesta Treni dei gol che ha portato agli arresti domiciliari il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, l’ad Pablo Cosentino e altre cinque persone.

Fra queste c’è anche l’ex ds rossazzurro Daniele Delli Carri che ieri si è presentato davanti al Gip di Chieti (si agisce per rogatoria) avvalendosi della facoltà di non rispondere. All’uscita Maurilio Prioreschi, avvocato dell’ex dirigente rossazzurro e grande esperto di diritto sportivo (fra i suoi assistiti c’è stato anche Luciano Moggi) ha rilasciato poche dichiarazioni ad un cronista de Il Centro.

“Le intercettazioni telefoniche non sono prove”, ha detto il legale precisando che quella della facoltà di non rispondere è “una scelta tecnica perché prima dobbiamo prima guardare le carte”.

Lunedì a Catania, oltre a Pulvirenti e Cosentino, sarà interrogato anche l’agente di scommesse sportive Giovanni Luca Impellizzeri.