Il gip del Tribunale di Palermo Agostino Gristina ha accolto la richiesta di incidente probatorio avanzata dal legale dei giornalisti dell’Espresso Piero Messina e Maurizio Zoppi, autori dell’articolo sulla presunta intercettazione tra il Governatore siciliano Rosario Crocetta e il suo medico personale, Matteo Tutino sull’ex assessore Lucia Borsellino.

Nella intercettazione, sempre smentita dalla Procura di Palermo, secondo i due giornalisti, Tutino avrebbe detto a Crocetta: “Lucia Borsellino va fatta fuori. Come il padre”. E Crocetta non avrebbe replicato.

L’avvocato Fabio Bognanni, che rappresenta i due cronisti, aveva presentato la richiesta di incidente probatorio lo scorso 18 agosto.

Oggi la richiesta è stata accolta, pertanto slitta la decisione sulla richiesta di giudizio immediato formulata dalla procura di
Palermo nei confronti di Piero Messina e Maurizio Zoppi, accusati di calunnia e diffusione di notizia falsa.