Un momento d’incontro con gli esponenti della società civile, imprenditori, professionisti, dirigenti, e cittadini sull’asse Bruxelles-Catania per dare contezza della propria attività politica al Parlamento Europeo e per ricevere spunti e proposte da trasmettere al cuore dell’Unione europea.

E’ questa la logica che ha spinto Salvo Pogliese, parlamentare europeo del PPE, ad organizzare l’incontro “Bruxelles-Catania: rapporto ai cittadini” che si terrà sabato 13 dicembre, con inizio alle ore 9;30, all’Hotel Excelsior di Catania.

“In occasione della recente competizione elettorale per il rinnovo del Parlamento Europeo – spiega Pogliese – ho presentato il mio programma mettendo altresì in rilievo l’esigenza di soffermarsi non soltanto sul merito ma anche sul metodo da perseguire per raggiungere gli obiettivi. Non è escluso che i vistosi insuccessi verificatisi nel passato siano dipesi anche dalla scarsa attenzione prestata al metodo.”.

“Dopo i primi mesi dalla mia elezione a deputato europeo, dedicati allo studio della complessa macchina dell’Unione Europea ed a portare avanti le prime istanze nell’interesse dei cittadini siciliani, è necessario, adesso, promuovere ulteriori e ancora più performanti iniziative per la Sicilia. È venuto il momento – prosegue l’europarlamentare – che la Sicilia faccia sentire con ancora più forza la propria voce in Europa e sfrutti finalmente appieno le opportunità che Bruxelles offre, attraverso l’utilizzo qualificante dei fondi strutturali, per la crescita economica e sociale della nostra Isola. In questa logica ho organizzato l’incontro con gli esponenti della società civile, imprenditori, professionisti, dirigenti, e cittadini affinché intervengano per partecipare, suggerire, e, comunque, manifestare il loro pensiero. Sono convinto della utilità di utilizzare tale metodo – conclude Pogliese – diffidando fortemente dalla figura del politico che si erge a tuttologo, perché esso favorisce la partecipazione sussidiaria della società civile e dei cittadini necessaria per la definizione di nuove politiche, programmi e progetti veramente utili al rilancio del nostro territorio”.

L’incontro, che sarà moderato da Carlo Alberto Tregua, direttore del Q.d.S., dopo i saluti del sindaco Enzo Bianco entrerà nel vivo con l’intervento di Pogliese. Seguiranno le analisi di Pietro AgenPresidente Confcommercio Sicilia, diAntonio BaronePresidente Confartigianato Imprese Catania, di Mario BevacquaPresidente Federazione Mondiale delle Associazioni delle Agenzie di Viaggi, di Domenico Bonaccorsi di Reburdone,Presidente Confindustria Catania, di Santi CasconePresidente Ordine degli Ingegneri di Catania, di Vincenzo Falgares Dirigente dipartimento Programmazione Regione siciliana, di Cosimo Indaco Commissario straordinario dell’Autorità portuale di Catania, di Ornella LaneriPresidente settore alberghi e turismo di Confindustria Sicilia, di Rosario LanzafamePresidente Agenzia Provinciale per l’Energia e l’Ambiente di Catania, di Gaetano ManciniAmministratore delegato Società Aeroporto Catania, di Giovanni PappalardoPresidente Coldiretti Catania, di Giovanni Selvaggi,Presidente Confagricoltura Catania, di Giuseppe ScannellaPresidente Ordine degli Architetti di Catania, di Francesco TanasiSegretario Nazionale Codacons, di Sebastiano TruglioPresidente Ordine dei Commercialisti di Catania.

Chiuderà il dibattito Dario PettinatoDocente di Diritto Comunitario all’Università di Catania.