Un gruppo di imprenditori per rilevare il Catania e che “affiancato dall’assessore Giuseppe Girlando, prenderà contatti con l’attuale proprietà della società rossazzurra per capire se ci sono le condizioni per voltare pagina e per guardare al futuro del Calcio Catania con un atteggiamento più ottimistico”. E’ quanto fa sapere Palazzo degli Elefanti in una nota diramata stamani in merito all’incontro che il sindaco Enzo Bianco ha avuto ieri con dei possibili protagonisti di una cordata per comprare il club.

Ieri pomeriggio – ha detto Bianco  – in modo riservato e senza luci accese ho riunito nella Sala Giunta di Palazzo degli elefanti una quindicina dei maggiori imprenditori non soltanto della nostra città e della provincia ma anche di livello nazionale”.

“A loro – ha aggiunto Bianco – ho chiesto se ci fosse la disponibilità ad aiutare Catania e il Calcio Catania. Abbiamo vagliato la possibilità di portare a compimento un’operazione come quella fatta a Parma, con il 40% delle azioni diffuse in modo capillare tra i tifosi e un 60% della società rilevato da una cordata di imprenditori che potrebbe gestirla. A quanto pare c’è una buona disponibilità da parte di questi imprenditori e abbiamo deciso di procedere nominando un gruppo di lavoro”. 

Intanto lunedì sera al Cervantes in via Santa Sofia, si discuterà di azionariato popolare. Lo faranno Luigi Pulvirenti, Pippo Russo, professore universitario, autore di “Gol di rapina”, il testo che prima di altri ha analizzato lo strapotere della finanza nel calcio e Giorgio Terranova, avvocato penalista e tifoso del Catania.