Saranno pagati dopo l’approvazione del bilancio preventivo 2015 i debiti che l’Ipab  Educandato Regina Elena vanta dal Comune di Catania. Ieri l’assessore al Welfare, Angelo Villari, ha incontrato le organizzazioni sindacali per discutere della situazione dell’Ipab. Presente una delegazione dei lavoratori guidata dal segretario generale della Uil-Fpl Luca Crimi in rappresentanza anche di Gaetano Agliozzo della Cgil.

Nell’incontro si è chiarito che il percorso avviato alcune settimane fa in sede comunale e in Prefettura, è stato concluso con la stipula di un accordo tra Ente e Comune che sarà operativo nei prossimi giorni e che prevede la chiusura dei debiti pregressi vantati dall’Ente e il pagamento, dopo l’approvazione da parte del Consiglio comunale del Bilancio preventivo 2015, delle somme dovute per l’erogazione dei servizi prestati dal medesimo Ente.

L’incontro è stato anche l’occasione per annunciare che il Ministero dell’Interno sta provvedendo al trasferimento delle somme relative al primo semestre 2015 per l’accoglienza dei minori non accompagnati ospitati dalle nostre comunità.

“Con questo incontro – ha detto l’assessore Villari – si può dire che si sia chiuso un contenzioso che ha determinato nell’ultimo periodo tensioni e fibrillazioni all’intero dell’Ente e le varie istituzioni. Il sindacato e l’amministrazione si sono dichiarati soddisfatti dell’accordo raggiunto“.

“A nome delle organizzazioni sindacali – ha aggiunto Crimi – plaudo all’operato e all’impegno profuso da parte degli assessori Villari e Girlando e in particolare a quello del commissario dell’Ente Gaspare Maggio. Un grazie anche ai lavoratori che con dignità svolgono quotidianamente il loro operato”.