Balconi vestiti a festa per le vie del centro storico di Catania, lungo il percorso di Sant’Agata e dei suoi devoti. Le ringhiere dei ballatoi dei palazzi sono agghindati dal tradizionale drappo di velluto rosso, contornato dal filo color oro con la ‘A’ di Agata cucita al centro. Lungo il percorso, sia nel giro interno che in quello esterno della città, i balconi sono addobbati e illuminati.

Sant’Agata 2015: il programma della Festa 

Via Etna che da Porta Uzeda al Borgo guarda al mare e alla montagna, via Umberto, via Plebiscito, le piazze Duomo, Università, Stesicoro, Iolanda con i Palazzi barocchi sono un colpo d’occhio per i cittadini e i turisti che nei giorni della Festa movimenteranno la città.

Sant’Agata non è solo religione, ma antica tradizione che tra i catanesi si tramanda da generazione in generazione. Immancabili nei giorni della processione della Santa la passeggiata serale per le vie del centro e le riunioni private nelle case di amici e parenti per aspettare il Fercolo e per ammirare dai balconi dalle finestre il suggestivo ‘fiume bianco’ dei devoti al grido di ‘Evviva Sant’Agata’.

E’ nei giorni della festa che Catania e i catanesi ‘dimenticano’ ogni cosa per concentrarsi sul volto giovane e solare della Patrona. Un mix di religione, di devozione e di folclore che ogni anno, nonostante il freddo di febbraio, attira cittadini e turisti da ogni parte del mondo.