Sui recenti incendi avvenuti a Catania riguardanti un campo rom e un insediamento abusivo all’interno di una struttura museale abbandonata sono intervenuti l’onorevole Giorgia Meloni, deputata e presidente di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, e Sandro Pappalardo, coordinatore del partito per la Sicilia Orientale.

Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, ha commentato: “Oggi Catania, ridotta a una polveriera, è uno dei simboli del fallimento di politiche fintamente buoniste e cieche. Quello che doveva essere un avveniristico museo d’arte moderna a due passi dalla stazione e dal centro storico della città è diventata una zona franca in cui il degrado ha prevalso anche sugli investimenti culturali. Per non parlare del grave rischio corso: i due incendi di vaste proporzioni hanno messo in pericolo centinaia di vite umane. La proposta di Fratelli d’Italia è chiara: occorre dire basta all’illegalità”.

“I due roghi del campo rom e delle Ciminere rappresentano la fotografia di un vuoto istituzionale e di una mancanza di politiche serie sui rom e sugli immigrati”, ha sottolineato Sandro Pappalardo.

“Ancora non sono note le cause degli incendi – prosegue Pappalardo – e ovviamente se si dovesse accertare la natura dolosa sarebbe un atto esecrabile e vile. Ma la questione si sposta sul Comune, Regione e Stato. Sono andati in fumo 8 milioni di euro: adesso chi ha sbagliato dovrà pagare”.