Infastidito dai carabinieri che ha trovato davanti casa, in largo Alberto Favara, nel quartiere di Monte Po, per notificare un atto di polizia giudiziaria ad un vicino di casa, un uomo di 28 anni, catanese, ha aggredito i militari.

E’ stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate e detenzione illegale di armi.

L’uomo li ha presi a pugni, utilizzando persino una cintura, davanti al portone di casa. Dopo una violenta colluttazione i militari sono riusciti a bloccarlo e ad ammanettarlo.

L’aggressore, a cui è stata perquisita l’abitazione, nascondeva illegalmente in casa: un fucile ad aria compressa senza matricola, modificato in arma comune da sparo, una spada con lama in metallo da 49 centimetri e un coltello a serramanico.

Le armi, in buono stato e funzionanti sono state sequestrate mentre l’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.