I militari della Guardia Costiera di Catania hanno sequestrato 118 esemplari di tonno rosso, per un peso complessivo di 3000 chili.

Il pesce pescato illegalmente stava per essere immesso sul mercato senza controlli sanitari.

La merce sequestrata era all’interno di cinque Tir. Sono stati controllati diversi pescherecci e decine di persone e elevate multe per 12mila euro.

Un gesto di solidarietà – Al Maas di Catania, i mercati agroalimentari di Sicilia, stamattina il pescato è stato consegnato alla Caritas e alle associazioni di volontariato di Catania, Messina, Siracusa e Ragusa, 17 in tutto, che fronteggiano la povertà assistendo migliaia di indigenti.

Ancora una volta – si legge nella nota del Maas – la sinergia tra le istituzioni porta i suoi buoni frutti, la collaborazione avuta oggi tra personale medico veterinario dell’Asp di Catania, dipartimento prevenzione veterinaria ed appartenente alla Uot Catania, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Catania e Palermo, Capitaneria di Porto Catania e il Maas ha potuto far dichiarare, visto la celerità dei risultati delle analisi emesse dall’Izs al Veterinario Ufficiale dell’ASP, Simone Platania che segue la struttura del mercato ittico, come questa preziosa unione può dare la serenità a destinare, in questi casi, soprattutto  ai più bisognosi alimenti ed a garantire ulteriormente la struttura dei mercati agroalimentari che quotidianamente permette di commercializzare quantità di alimenti di prima necessità.

“L’opera fatta oggi – hanno spiegato il presidente del Maas, Emanuele Zappia e il consigliere Giuseppe Guagliardi – è un grande gesto verso quei poveri che ogni giorno non hanno la possibilità di mangiare un pasto”.

GUARDA LE FOTO