Fermento nelle stanze dei bottoni dell’aeroporto di Fontanarossa. Se già oggi il capoluogo etneo è ben collegato col resto d’Italia e d’Europa – basta un volo per Catania perché si possa giungere da ogni angolo della Penisola in poche ore – non paghe le compagnie aeree aprono nuove rotte per altre città. La possibilità è doppia: da un lato, permettere alla città e a questo lato della Sicilia collegamenti e comunicazioni più immediate per altre zone d’Europa, dall’altro la possibilità di una migliore apertura turistica a chi desidera visitare la Sicilia orientale.

Fra le novità della primavera – estate 2013 sicuramente quella di maggior grido è la tratta che collega direttamente la città del Liotru a Barcellona. Dal 23 marzo, infatti, i catanesi non dovranno più recarsi a Roma o a Milano: grazie a Vueling, unico low cost da Catania verso la Spagna, si atterra a El Prat direttamente dalla Sicilia in meno di due ore.
Dal 27 marzo Volotea non solo manterrà la tratta inaugurata un anno fa fra Palermo e Genova, ma aggiungerà quella fra il capoluogo ligure e Catania. Un collegamento che trova il plauso specialmente fra gli operatori turistici di entrambe le sponde e non risulta difficile capirne i motivi.
Ma Volotea non si ferma qui: dal sei giugno al ventisette settembre garantirà voli settimanali o due volte a settimana (a seconda del calendario) fra Catania e Firenze. E tutto questo mentre Blue Express annuncia i suoi voli estivi 2013 e fra questi le nuove mete turistiche che potranno essere raggiunte da Catania: le splendide Mykonos e Santorini e sempre a prezzi low cost.