martedì - 12 novembre 2019

 

Lo rende noto il Comune di Palermo

Elezioni, al via oggi e fino al 4 giugno
il pagamento degli scrutatori

Le persone che hanno fornito il codice Iban riceveranno il compenso tramite bonifico; tutti gli altri dovranno recarsi presso la Bnl di via Cozzo.

0 condivisioni

i catanesi fuori dal parlamento

Dalle falde dell’Etna,
gli esclusi illustri restano a guardare

Non sempre si può vincere. E i politici di lungo corso lo sanno. Gli sconfitti illustri e i volti meno noti rimarranno a guardare dalle falde dell’Etna il nuovo Governo nazionale all’opera. Tutti i catanesi esclusi dal Parlamento.

0 condivisioni

l'italia dopo il voto

Berlusconi e Bersani bersagliati dalla satira

Una lunga maratona che la rete a seguito palesando gli umori a seconda dei risultati che arrivavano. Berlusconi e Bersani i bersagli preferiti dal popolo del web con parodie e fotomontaggi

0 condivisioni

Rischio ingovernabilità e vittoria di Grillo

Dopo il voto, l’Italia vista dalla stampa estera

Il caos determinato dalle elezioni italiane, oltre ad aver spiazzato gli analisti, mette in difficoltà anche la stampa estera. L’Italia si avvia verso l’ingovernabilità, questo il commento principale delle testate estere.

0 condivisioni

i dati definitivi e i seggi attribuiti

Sicilia, ecco i deputati
che entrano a Montecitorio

I nomi degli eletti in Sicilia alla Camera dei Deputati (Circoscrizione 1 e 2) e al Senato della Repubblica. I seggi assegnati.

0 condivisioni

l'italia dopo il voto

Elezioni: dall’ipotesi governissimo
al rischio urne con Grillo ‘bilancino’

La sintesi della giornata di voto che ha cambiato il volto dell’Italia mandando a casa il vecchio establishment di molti dei partiti e partitini storici, è racchiusa nelle parole pronunciate a mo’ di battuta dal leader dei 5Stelle in un suo breve intervento. Quando cioé Grillo ha detto: “Mi interrogo su dove ci metteranno in

0 condivisioni

Ad Alcamo M5S ottiene il 48%

Trapani, alla Camera dilagano i grillini

Il Movimento 5 Stelle ottiene nella provincia di Trapani il suo miglior risultato. I grillini portano a casa il 40,18% dei voti. La colazione di centrodestra si ferma al 29,50%, staccatissimo il centrosinistra con il 18,43%. La coalizione di Mario Monti ottiene il 7,37%, mentre Rivoluzione civile di Antonio Ingroia il 3,18%.

0 condivisioni

Vittoria di Berlusconi

Palermo, alla Camera vince il centrodestra

A Palermo e in provincia vince il centrodestra guidato da Silvio Berlusconi. La coalizione berlusconiana ottiene il 32,46% con il Popolo delle Libertà al 27,74%. Secondo il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo con il 31,62%. Segue Bersani, terzo, con il 21,68%.

0 condivisioni

fuori tanti leader

Elezioni 2013, tanti ‘trombati’ illustri

Molti i big che resteranno fuori dal Parlamento. Secondo il Centro Italiano Studi Elettorali rimangono fuori dal Parlamento molti esponenti di Futuro e Libertà a partire dal fondatore Gianfranco Fini. Fuori anche Di Pietro, Storace, Micciché e Lombardo.

0 condivisioni

Anche Cinisi e San Giuseppe Jato premiano M5S

E a Corleone dilaga Grillo

Corleone, che per tanti anni è stata la capitale di Cosa nostra, si consegna a Beppe Grillo e al suo Movimento 5 Stelle che ottiene il 34,73% dei voti. La patria di Navarra, Rina e Provenzano adesso vota in massa per un movimento che ha fa dell’onestà e della trasparenza i suoi principi cardine.

0 condivisioni

i verdetti del voto

Elezioni 2013, i 25 senatori di Sicilia

Il Pdl fa il pieno al Senato in Sicilia portando a palazzo Madama 14 senatori grazie alla conquista del premio di maggioranza. Seconda forza dell’Isola è il M5S. Quattro seggi al Pd, uno al Megafono. Se Berlusconi opta per un’altra circoscrizione via libera a Gualdani.

0 condivisioni

i verdetti del voto

Senato: 6 seggi a Grillo, 4 al Pd,
uno al Megafono

Il Pdl fa il pieno al Senato in Sicilia portando a palazzo Madama 14 senatori grazie alla conquista del premio di maggioranza. Seconda forza dell’Isola è il M5S che guadagna 6 senatori, Quattro al Pd, uno al Megafono.

0 condivisioni

Seguono appaiati il centrodestra e il centrosinistra

Caltanissetta, Senato: il primo partito è il Movimento 5 Stelle

La provincia di Caltanissetta al Senato sceglie il Movimento 5 Stelle. La sua terra non delude Giancarlo Cancelleri, capogruppo della pattuglia grillina all’Ars. M5S, spinto anche dalla battaglia No Muos condotta nelle ultime settimane, ottiene il 31,48% e rifila due punti di distacco sia alla colazione di centrosinistra (29,4%) e sia a quella di centrodestra 29,2%.

0 condivisioni

i verdetti del voto

Senato, ecco gli eletti nel Pdl

Ecco i 14 senatori eletti nella lista del Pdl in Sicilia. Si tratta dell’ex premier Silvio Berlusconi, capolista nell’Isola seguito dal presidente del Senato uscente, Renato Schifani. Tornano a palazzo Madama anche Simona Vicari, il trapanese Tonino D’Alì, Bruno Alicata di Siracusa e Mario Ferrara, originario di Lercara Friddi. Passano dalla Camera al Senato, invece,

0 condivisioni

Vittoria dei grillini

Ragusa, al Senato vince il Movimento 5 Stelle

A Ragusa e in provincia vince il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. Con il 34,58% i grillini sono primo partito. Secondo il centrodestra guidato da Silvio Berlusconi con il 28,11%. Staccato il centrosinistra di Pier Luigi Bersani, seppur di poco, con il 27,52%. I votanti sono stati 150.699, pari al 69,06 %.

0 condivisioni

parla l'ex medico di berlusconi

Umberto Scapagnini:
“Vi spiego perché Silvio è unico”

“Berlusconi, e lo dico da farmacologo e non da amico personale, è un uomo unico. Ha un potere, un sistema immunitario straordinario”. Parola di Umberto Scapagnini, l’ex sindaco di Catania e parlamentare del Pdl per anni è stato il medico del Cavaliere.

0 condivisioni

il commento del governatore

Crocetta bacchetta Pd e Udc:
”Il modello Sicilia non è stato voluto”

Rosario Crocetta non risparmia critiche e dalla sede del comitato elettorale del suo Megafono ‘bacchetta’ gli alleati del centrosinistra, sconfitti al Senato da un centrodestra resuscitato dopo il tonfo delle Regionali.

0 condivisioni

Ma il primo partito è Movimento 5 stelle

Ad Alimena la Lega Nord è al 22%
Il sindaco Scrivano era candidato

La Lega Nord fa furore ad Alimena. Il piccolo Comune del Palermitano, alla Camera, consegna al partito di Bobo Maroni il 22% dei voti. leUn risultato figlio della candidatura del primo cittadino Giuseppe Scrivano, che è stato schierato al secondo posto nella circoscrizione della Camera Sicilia 1 e come capolista in Sicilia 2.

0 condivisioni

la vittoria in sicilia del cavaliere

Nonno Berlusconi strega gli italiani

Silvio Berlusconi, comunque vada a finire, è sicuramente il grande vincitore di queste elezioni politiche. Il cavaliere ha dimostrato a tutti che, nonostante i suoi 76 anni e l’ultima esperienza di governo finita in malo modo, fa ancora presa sull’elettorato italiano.

0 condivisioni

Il coordinatore regionale del Pdl

Castiglione: “Il successo del Pdl in Sicilia? Lo avevamo previsto”

Non nasconde entusiasmo Giuseppe Castiglione, coordinatore del Pdl in Sicilia e candidato alla Camera con il partito di Berlusconiche da Catania commenta lo spoglio in corso. “E’ un risultato che avevamo previsto – dice a BlogSicilia– e che premia una classe dirigente che è cresciuta”.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.