giovedì - 27 luglio 2017

 

a bordo della nave Cigala Fulgosi

Migranti sbarcano a Catania

Nuovo sbarco al Porto di Catania dove la nave della Marina Militare Cigala Fulgosi e’ arrivata con a bordo 301 migranti salvati nelle scorse ore in diverse operazioni di soccorso nel Canale di Sicilia.

0 condivisioni

Continuano i viaggi della speranza

Oltre 1500 migranti salvati
oggi nel Canale di Sicilia

Sono 1541 i migranti tratti in salvo nella giornata di oggi a largo delle coste libiche, a conclusione di 11 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma.

0 condivisioni

l'iniziativa della guardia costiera

Migranti, ad Assisi presepe
su barcone arrivato a Lampedusa

Il 6 dicembre la Guardia Costiera, proveniente da Lampedusa, farà arrivare ad Assisi un barcone, di quelli usati dai migranti e rifugiati per attraversare il Mediterraneo con il presepe di Natale le cui luci saranno accese da Papa Francesco.

0 condivisioni

a catania convegno fi-ppe

Immigrazione, Pogliese: “Italia
combatta Isis con intervento Onu”

“Immigrazione: un dramma per noi un dramma per loro. Sicurezza e  spirito di accoglienza?” è il titolo della manifestazione, organizzata da Salvo Pogliese, parlamentare europeo FI-PPE e da Basilio Catanoso, parlamentare nazionale di Forza Italia, che si è svolta a Catania.

0 condivisioni

lo prevede un emendamento alla legge di stabilità

Tre milioni di euro per l’accoglienza dei profughi nei comuni siciliani

Le modalita’ di riparto delle risorse saranno definite con decreto del ministero dell’Interno, di concerto con il ministero dell’Economia, entro 90 giorni dall’entrata in vigore della manovra.

0 condivisioni

"realizzarlo è scelta pericolosa"

Hotspot migranti, Commissione
Cie-Cara tornerà ad Augusta

Ad Augusta, infatti, la presenza contemporanea di uno dei più vasti poli del petrolchimico di Europa, di una base Nato e dell’arsenale della marina militare, rendono troppo pericolosa la scelta di costruire lì un hotspot.

0 condivisioni

è lo sbarco numero 23 dall'inizio dell'anno

A Catania sbarcano 406 migranti

Sono 406  i migranti – 326 uomini, 72 donne e otto minori – recuperati in diverse operazioni di soccorso nel Canale di Sicilia e sbarcati al Porto di Catania.

0 condivisioni

In due distinte operazioni di salvataggio

Canale di Sicilia, salvati 210 migranti
Recuperato anche un cadavere

Sono stati portati in salvo 210 migranti che, a bordo di due gommoni, erano diretti verso l’Italia. E’ l’esito di due distinte operazioni di soccorso svolte a largo delle coste libiche.

0 condivisioni

gara di solidarietà per 2 giovani ghanesi

Catania, migranti scalzi e confusi
accolti dai volontari Caritas

Li hanno accolti bagnati fradici, senza scarpe ed in stato confusionale. Questa la scena a cui hanno assistito operatori e volontari quando ormai il centro d’accoglienza diurno stava per chiudere le porte dopo il consueto servizio mattutino di colazione e guardaroba.

0 condivisioni

L'associazione umanitaria contesta nuove le procedure

“100 migranti ‘vulnerabili’ espulsi”
Medici senza frontiere a Pozzallo

Oltre cento persone sono state espulse dal centro di accoglienza di Pozzallo nelle ultime settimane. Tra loro donne, anche incinte, minori e persone “vulnerabili”.

0 condivisioni

la strage di migranti del 18 aprile

Naufragio Libia: 118 corpi recuperati
Completati i rilievi su relitto nave

Sono 118 le salme dei migranti recuperate dalla Marina Militare italiana dopo il naufragio dello scorso 18 aprile al largo della Libia. Nei giorni scorsi sono terminate le ispezioni e sono stati ultimati i rilievi sul relitto.

0 condivisioni

dalla caritas: vestiti, scarpe e colazione

Migranti, 639 sbarcati a Catania
Fermato ‘scafista’ tunisino

Un sedicente tunisino è ritenuto lo ‘scafista’ del barcone ed è stato fermato dalla polizia e dalla Guardia di Finanza di Catania, dopo lo sbarco nel porto etneo: dovrà rispondere di favoreggiamento dell’immigrazione.

0 condivisioni

fra gli sbarcati nelle ultime ore a lampedusa

Migranti, paura per 12 casi meningite
Ma il direttore dell’Asp smentisce

Ci sarebbero dodici i casi di sospetta meningite all’interno del centro di accoglienza di Lampedusa ma l’Asp di Palermo, competente per le isole Pelagie, smentisce.

0 condivisioni

Dopo la denuncia di degrado del M5S

Ispezione della Prefettura al centro accoglienza minori di Mascalucia

Una delegazione della Prefettura di Catania  stamattina si è presentata al Centro di Accoglienza per minori stranieri non Accompagnati “La Madonnina” di Mascalucia per un’ispezione della struttura.

0 condivisioni

Funzione musulmana e cattolica a Corleone

Funerali nel Palermitano per 5 migranti morti nel Canale di Sicilia

Si sono svolti questa mattina a Corleone (Palermo) i funerali di cinque dei 52 migranti trovati il 26 agosto scorso nella stiva di un barcone soccorso nel Canale di Sicilia dalla nave svedese “Poseidon”.

0 condivisioni

Attesti in 948 domani al porto di Palermo

Emergenza migranti, flusso infinito
Soccorsi in 4541 nel Canale di Sicilia

Sono 4.541 i migranti soccorsi dall’alba nel Canale di Sicilia, a una trentina di miglia dalla Libia. E 948 di loro domani approderanno al porto di Palermo a bordo di una nave tedesca.

0 condivisioni

raccogliendo l'invito di papa francesco

Migranti, il vescovo di Noto
li ospiterà nei locali della diocesi

Il vescovo di Noto ha deciso di mettere a disposizione alcuni locali della diocesi. Si tratta dell’appartamento della foresteria del palazzo vescovile e di un’ala del seminario che pero’ dovra’ essere adeguata per l’accoglienza degli stranieri.

0 condivisioni

l'attacco di sicilia nazione

Immigrazione: “La Sicilia rischia
di diventare un immenso lager”

“I centri di identificazione per immigrati sono quasi tutti previsti in Sicilia (5 su 6): Lampedusa, Porto Empedocle, Pozzallo, Trapani, Augusta e (unico fuori dalla Sicilia) Taranto. Non consentiremo che la nostra Regione divenga un immenso lager; bloccheremo l’installazione degli hotspot nell’isola”.

0 condivisioni

38 anni, agronomo, è nata in congo

Palermo, Bijou Furaha Nzirirane
nuova responsabile Cgil migranti

“I migranti alla Cgil devono sentirsi a casa e considerarsi parte di tutte le categorie. Apriamo le porte a tutte le comunità presenti a Palermo, alla Cgil non facciamo distinzione, non esistono per noi tipologie di migranti”.

0 condivisioni

la nomina lunedì

Palermo, Bijou Furaha Nzirirane
alla guida della Cgil migranti

Bijou Furaha Nzirirane, agronoma, già collaboratrice per le tematiche della democrazia e dell’accoglienza del centro san Saverio e del centro ascolto Astalli, in Cgil da un anno, dove ha prestato servizio presso Nidil (nuove identità lavorative) e allo sportello di orientamento lavoro Sol.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.