La Polizia di Stato di Palermo ha effettuato, nelle ultime ore, un blitz tra i vicoli della Kalsa che ha portato al sequestro di hashish ed alla denuncia di due sorelle palermitane.
La presenza degli agenti del Commessariato di P.S. ”Oreto-Stazione”, tra i vicoli della Kalsa, non è sfuggita ad una delle due sorelle, entrambe abitanti in un edificio della zona ma in distinte unità abitative.

Una delle due sorelle, in gran fretta, ha raggiunto l’appartamento dell’altra sorella e si è liberata, lanciandola dalla finestra su un terreno adiacente, di una voluminosa borsa.

I poliziotti hanno raggiunto la donna e recuperato la borsa .
E’ stato, così, possibile rintracciare all’interno del borsone un bilancino di precisione, denaro contante ed un quaderno, facendo presumere che la droga fosse “contabilizzata” e, quindi, che l’abitazione fosse uno snodo per l’attività di spaccio, per altro tradizionalmente fiorente, del quartiere.

Con l’ausilio di unità cinofile fatte convergere alla Kalsa, nell’appartamento dal quale era stato lanciato il borsone è stato possibile recuperare altro stupefacente, una stecca di hashish pronto ad essere suddiviso e confezionato in dosi.

Inoltre, il cane “Nembo” ha indugiato ed abbaiato ripetutamente nei pressi di un ripostiglio domestico all’interno del quale, come confermato dalle sorelle, era stata custodita la droga poi lanciata dal balcone.
Tutto il materiale è stato sequestrato e le due sorelle, una delle quali già sottoposta ad obbligo di presentazione alla P.G per pregressi reati, sono state denunciate a piede libero.