Non chiediamo altro che la valorizzazione del centro storico che poi significa anche rilancio delle attività della zona”. Questo quanto affermato dalla presidente di Confcommercio Palermo, Patrizia Di Dio che, insieme al direttore Enzo Costa, ha incontrato oggi una folta rappresentanza di residenti e operatori di corso Vittorio Emanuele per discutere l’annunciata chiusura al traffico di buona parte di quest’asse viario cittadino.

“Non c’è resistenza ai provvedimenti restrittivi del traffico veicolare, siano essi pedonalizzazione o Ztl – commenta la Di Dio –, ma ci vogliono condivisione e partecipazione. Chiediamo, semmai, un progetto integrato, fortemente partecipato da commercianti e residenti della zona, che sia un più vasto programma di valorizzazione del centro storico e delle attività che in esso ricadono, rispetto alla singola comunicazione di chiusura alle auto”.

“Oltre agli annunciati provvedimenti restrittivi del traffico veicolare ci aspettiamo – aggiunge la Di Dio – un progetto integrato con l’individuazione di percorsi alternativi, parcheggi, orari e varchi di carico e scarico merci, salvaguardia della vivibilità e della sicurezza del territorio. Il tutto, affiancato da un’adeguata campagna di informazione per i cittadini e per i turisti”.

“Diamo sin da subito – conclude la Di Dio – la nostra disponibilità a trovare soluzioni di buon senso con l’aiuto e l’apporto di tutti, che servano a sostenere anche gli interessi legittimi delle attività commerciali e dei residenti”.