Mattinata di visite istituzionali, oggi a Catania, per il sottosegretario alla Giustizia Giuseppe Berretta. L’esponente del governo Letta sì è recato al Palazzo di Giustizia dove ha incontrato il presidente della Corte d’Appello Alfio Scuto il quale ha evidenziato le difficoltà della Corte d’Appello della città etnea, costretta a fare i conti con una grave carenza di organico amministrativo, soprattutto per le funzioni apicali, e con il problema sempre più pressante degli scarsi spazi a disposizione.

Il Presidente Scuto ha auspicato la piena copertura dei ruoli dirigenziali amministrativi, la cui mancanza crea difficoltà nella gestione ordinaria. Il sottosegretario Berretta ha manifestato massima disponibilità assicurando che “si farà carico di sottoporre tutte le istanze al Ministero della Giustizia e che l’imminente mobilità tra dipendenti dei Ministeri potrà essere utile a risolvere, almeno in parte, la questione”.

Si è discusso anche della Cittadella Giudiziaria e dell’ipotesi che questa venga realizzata nella sede dell’ex ospedale “Ascoli Tomaselli” di Catania: “La soluzione dell’ex ospedale, in luogo dell’ex palazzo delle Poste di viale Africa, dovrà essere messa a punto nei particolari. Il lavoro da fare è tanto e da avviare al più presto. E’ però necessario il pieno coinvolgimento del Ministero della Giustizia – ha sottolineato Berretta – considerato il consistente investimento sull’ex palazzo delle Poste a suo tempo erogato”.

Nella seconda parte della mattinata il sottosegretario alla Giustizia ha incontrato il Procuratore della Repubblica Giovanni Salvi. Berretta si è complimentato con il magistrato per il lavoro fin qui svolto nella lotta al malaffare e per le importanti operazioni antimafia. Durante il colloquio il Procuratore Salvi ha chiesto al rappresentante del Governo una collaborazione ancora più stretta da parte dei Ministeri della Giustizia e dell’Interno in ordine a personale amministrativo, giudiziario, a uomini e mezzi.

Il sottosegretario alla Giustizia ha anche incontrato il Presidente della sezione Lavoro del Tribunale di Catania, Fausto Castaldo, con il quale si è discusso di carenze di organico e trasferimento degli uffici della sezione Lavoro, argomenti già al centro del recente incontro tra il sottosegretario Berretta e il presidente del Tribunale di Catania Bruno Di Marco.