Una azione risarcitoria in favore dei tifosi delle squadre coinvolte nello scandalo su cui sta indagando la Procura di Catania e di chi ha scommesso sulle partite incriminate. E’ la proposta del Codacons che ha lanciato il Comitato “Catania tifosi traditi” e come misura risarcitoria intende chiedere  2.000 euro di risarcimento per ogni singolo tifoso.

Secondo l’associazione dei consumatori oltre alla buona fede tradita, infatti, i tifosi hanno sostenuto spese per seguire la propria squadra del cuore (abbonamenti o biglietti per lo stadio, acquisto partite in pay-tv, trasferte, ecc.) mentre gli scommettitori hanno puntato anche su partite che sarebbero state combinate.

Proprio nei giorni scorsi il Codacons ha presentato alla Procura di Catania formale costituzione di parte offesa nell’eventuale processo che scaturirebbe dall’inchiesta Treni dei gol.

In queste ore viene preso d’assalto il sito www.codacons.it dove tifosi e scommettitori hanno la disponibilità di scaricare il modulo per inserirsi gratuitamente nel procedimento aperto a Catania e chiedere di essere risarciti – in qualità di soggetti offesi – per i danni morali e patrimoniali subiti.