“La mozione approvata all’unanimità nella seduta dello scorso 22 maggio dal Consiglio comunale di Palermo per la costituzione di una scuola materna speciale per i bambini affetti da autismo ci riporta indietro di secoli. Questa proposta si pone fuori dalla legge italiana sull’integrazione dei bambini disabili a scuola che è una tra le più avanzate al mondo. Così aumenterebbe il grado di discriminazione e di allontanamento dal resto della società. L’autismo ha bisogno di un sostegno e cura particolari, non di isolamento o sezioni speciali”.

Davide Faraone, deputato palermitano del Partito democratico, attacca il Consiglio comunale di Palermo contro la mozione presentata e votata all’unanimità sulla costituzione di una scuola materna per bambini affetta da sindrome autistica. “L’atto dichiara di basarsi sulle Linee Guida Siciliane del 2007 – spiega il deputato Pd – ma in quel caso non si parlava in nessun modo dell’istituzione di scuole speciali. Il Comune s’impegni, invece, ad assicurare i fondi per gli insegnanti di sostegno e per supportare le famiglie dei bambini autistici”.

“In Parlamento ho già presentato un dettagliato progetto di legge, controfirmato da moltissimi deputati, – conclude Faraone – per sostenere i soggetti affetti da autismo e le loro famiglie e mi riservo di agire presso il ministro Carrozza anche per lo specifico della mozione di Palermo qualora dovesse avere seguito concreto”.

(dd)