Il coordinamento cittadino di Grande Sud Palermo, chiede l’annullamento della mozione che impegna l’amministrazione comunale a istituire una scuola materna per bambini affetti da sindrome autistica. “L’atto – spiegano Michele Pergolizzi e Luigi Cottone, rispettivamente coordinatore e responsabile del dipartimento Coesione Sociale e Territoriale – viola la legge 517/77 che ha abolito le “famigerate” classi differenziali promuovendo, invece, l’integrazione scolastica degli alunni disabili, e non tiene conto della legge quadro 104/92 per l’integrazione sociale e scolastica del soggetto portatore di handicap, legge definita Faro Legislativo di Cultura Civile in Europa e in tutto il mondo occidentale”.

“Questa mozione riporta indietro gli orologi di anni di lotte civili, proteste e proposte che vengono oggi vanificate. Si torna così alla discriminazione al posto dell’integrazione, all’esclusione, al posto dell’inclusione e pertanto ne chiediamo l’annullamento da parte del Consiglio Comunale”.