“Non portiamo la stazione ferroviaria di Comiso su un binario morto!” dice il deputato regionale del Pdl Giorgio Assenza il quale, sul minacciato smantellamento del servizio, ha già presentato una interrogazione parlamentare e ha scritto al presidente del consiglio di amministrazione delle Rfi nazionali, Dario Lo Bosco.

E l’ingegner Lo Bosco ha già risposto e ha scritto anche al referente Rfi Sicilia, Andrea Cucinotta: “Con invito a provvedere a riscontrare la nota allegata, prevedendo un apposito incontro presso l’Assessorato regionale Infrastrutture e Trasporti. Prego, tenermi informato” scrive, sollecitando dunque un incontro con le parti interessate o competenti per cercar di recedere dalla decisione di smobilitazione.

“È un comportamento schizofrenico – sottolinea Assenza – quello che porta alla apertura di un aeroporto, collegato col territorio nazionale oltre che con Londra, Bruxelles e Malta, e alla successiva chiusura di un servizio di trasporti che è comunque interattivo con l’aerostazione”.

“Ritengo, comunque – conclude Assenza – che non è mai troppo tardi per fermarsi e per avviare un ragionamento che sia almeno logico e che conduca, ognuno per la propria parte, all’unico fine che deve essere quello del benessere del territorio e dei suoi abitanti. Attendiamo con fiducia l’esito di questo incontro sollecitato dall’ingegner Lo Bosco”.