E’ corsa alla successione ai Servizi sociali del Comune di Messina dopo le dimissioni dell’assessore Nino Mantineo che la scorsa settimana in una lettera pubblica aveva parlato dell’impossibilità di proseguire il lavoro.

Adesso a rischio ci sono i fondi Pac destinati all’infanzia e agli anziani. Come possibili sostituti si fanno i nomi dell’ex sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto Maria Teresa Collica ma anche dell’ex assessore al Sociale della giunta Providenti, Gaetano Giunta, che oggi è a capo della Fondazione che sostiene nuove attività imprenditoriali.

Le dimissioni di Mantineo sono accolte con soddisfazione dalla Fnp Cisl di Messina: “Più volte avevamo dovuto sottolineare l’inadeguatezza dell’azione politico-amministrativa dell’assessore Mantineo, – che, a nostro avviso, non era riuscito a dare una svolta nella gestione dei Servizi Sociali di Messina, impantanata da un’inefficienza ammnistrativa che l’Assessore, nonostante i reiterati tentativi, non era e non è riuscito a scalfire.

“L’assessore ha sbagliato tutto?  – continua il sindacato – Probabilmente sì: ma almeno ha avuto il coraggio e la dignità di presentare le sue dimissioni. Si volta pagina, allora? Questo è un altro paio di maniche. Adesso il signor sindaco, che non sapeva nulla della gravità della situazione, che non sapeva nulla che si stavano e si stanno perdendo i finanziamenti dei fondi Pac, che non sapeva nulla delle lettere inviategli dal Dirigente Bruno in data 5 agosto 2014 e 21 aprile 2015, nelle quali si si comunicava di non poter attivare le procedure per ottenere i finanziamenti del primo e poi del secondo riparto dei fondi per l’assistenza domiciliare integrata agli anziani e per la prima infanzia”.