Già lo scorso aprile l’Ordine dei giornalisti di Sicilia aveva denunciato il caso notificando una formale diffida al presidente della Regione, Rosario Crocetta, e agli assessori della sua giunta. La procura di Palermo ha deciso di aprire un’inchiesta sull’invio sistematico di comunicati stampa da parte dei rappresentanti del governo regionale.

Sono “privi di firma o firmati da persone non iscritte all’albo dei giornalisti, fra i quali ci sono gli stessi esponenti politici, burocrati regionali e impiegati, che curano in prima persona i rapporti con gli organi di informazione, ignorando del tutto le funzioni e le specificità degli uffici stampa, previsti per legge”, sostengono l’Ordine e l’Associazione siciliana della stampa.

Il fascicolo, affidato dal procuratore aggiunto Leonardo Agueci ai sostituti Alessandro Picchi e Daniela Randolo che fanno parte del gruppo che indaga sulla pubblica amministrazione, è al momento senza indagati.