Se ultimamente gli amici declinano i vostri inviti a uscire per una passeggiata o per un aperitivo perché “non gli va”, “sono stanchi” o “devono studiare”, e subito dopo ve li ritrovate sulla bacheca di Facebook che cantano, recitano a memoria le battute del film o della serie tv preferita o i versi degli animali manco fosse la vecchia fattoria, sappiate che non sono del tutto impazziti.

Sono stati contagiati dalla nuova moda-mania, Dubsmash, la nuova app che ti permette di essere la star, rubando la voce ai protagonisti del mondo televisivo e musicale.

Il funzionamento è molto semplice: a disposizione si ha una lunga lista di suoni possibili, dalle frasi più celebri dei politici a quelle dei calciatori, dalle battute de “La Grande Bellezza” a quelle divertenti di Checcho Zalone, fino alle frasi d’amore, dei film d’azione o dei cartoni animati.

Dopo aver scelto con quale ci si vuole esibire si ascolta attentamente per memorizzare il tono e le pause. Dopodiché basta premere play registrare e condividere sui social e il gioco è fatto.


Ed ecco perché piovono sulla vostra bacheca video di amici o conoscenti che recitano le battute di Gomorra, dei Griffin o dei Simpson, si scatenano con le icone pop internazionali, con le risate più comiche come quella di Jim Carrey, le canzoncine dei Minions o dei video games.


Un passatempo divertente, che ti ruba una risata, forse proprio in questo sta il fascino che Dubsmash ha sulle tante persone che in pochissimo tempo si sono fatte contagiare da questa nuova moda.

Mentre tutti quei video invadono le nostre bacheche dicendoti ogni tipo di frase e tu li guardi pensando, come recita la frase tratta dal film Taxy driver: “Ma dici a me? Con chi stai parlando dici a me?”.