“Abbiamo voluto rilanciare il concerto di Capodanno del teatro Bellini di Catania, che vedrà protagonista il famoso direttore d’orchestra viennese Thomas Rosner, perché l’evento di grande richiamo rappresenta una tradizione storica per la città e rientra nell’ambito di quella strategia di valorizzazione dell’offerta turistica e promozione del territorio che il mio assessorato ha inserito tra gli obiettivi prioritari” . Lo ha detto l’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Anthony Barbagallo.

“Sono sicuro che si registrerà il tutto esaurito, così come anche per quello del Massimo di Palermo, con il quale ho deciso di rafforzare la sinergia e il rapporto di collaborazione perché vogliano garantire l’offerta sinfonica e lirica tutto l’anno per far conoscere ai tanti turisti, che arrivano in Sicilia, oltre che le bellezze artistiche e culturali del nostro territorio anche il patrimonio d’eccellenza dei talenti di casa nostra che ci fanno onore in tutto il mondo”.

“C’e’ grandissima attesa-spiega il sovrintendente del Bellini, Roberto Grossi -per questo concerto che si terrà alle 19 e coinvolgerà tutta la cittadinanza visto che sarà allestito un maxi schermo in piazza università. Registreremo il tutto esaurito, un successo che fa seguito al grande exploit degli ultimi mesi del teatro, che ha portato ad un incremento del centodieci per cento degli incassi rispetto al secondo semestre (luglio-dicembre) dell’anno precedente e all’aumento del trentacinque per cento dei visitatori”.

“Abbiamo avviato una proficua collaborazione con il Bellini -spiega il sovrintendente del teatro Massimo di Palermo, Francesco Giambrone – e la riprogrammazione del nostro concerto, che giunge quest’anno alla terza edizione e vedrà protagonisti il soprano Desiré Rancatore e il tenore Paolo Fanale, si colloca in questa direzione. Collaborazione che si intensificherà già partire dall’anno prossimo con dei progetti di valorizzazione del territorio siciliano”.