Dovranno attendere ancora qualche altro giorno i 321.210 iscritti al concorsone a cattedre del ministero dell’Istruzione per conoscere l’elenco delle sedi e dei nominativi dei candidati agli 11.542 posti disponibili. Troppe richieste di partecipazione rispetto alle previsioni della vigilia. Il ministero si aspettava infatti circa 16 mila partecipanti. E così ieri la Gazzetta Ufficiale ha reso noto che la comunicazione ufficiale sarà pubblicata il 27 novembre.

Da martedì in poi è prevista anche l’entrata in funzione dell’esercitatore, l’applicazione online con tutte le 3.500 domande tra le quali devono essere selezionate le 50 del concorso.
Il quizzone dovrebbe essere tenuto il 17 e il 18 dicembre prossimi, su base regionale, in 2 mila aule informatiche e in quattro turni al giorno: due di mattina e due di sera.
Bisogna rispondere a 50 domande a scelta multipla in 50 minuti, ottenendo almeno 35 punti. Si tratta di 18 quesiti di logica, 18 di comprensione del testo, sette di lingua straniera e sette di informatica. Per ogni candidato è previsto un test diverso da quello che gli siede accanto, e l’attesa per conoscere il risultato è limitata a 10 minuti. Tutto è gestito per via informatica, compresa la correzione e non è previsto l’uso di nemmeno un foglio di carta. Anche per questo il ministero ha alzato al livello massimo le misure di sicurezza.