Sono accusati di concussione, estorsione e falsità dalla Procura di Marsala Vincenzo Ditta e Gaetano Spanò rispettivamente comandante e vice comandante della stazione della Guardia di Finanza di Pantelleria. I due avrebbero tamponato, con l’auto di servizio, la vettura di un romeno, che ingiustamente sarebbe stato costretto a pagare i danni.

I due militari sono stati sospesi dall’ufficio. L’ordinanza e’ stata firmata dal gip Annalisa Amato su richiesta del procuratore Alberto Di Pisa, che ha delegato le indagini alle stesse Fiamme Gialle.

La vicenda risale al giugno 2014. Il romeno che vive a Pantelleria con la moglie e i figli ha riferito che dopo il tamponamento sarebbe stato intimidito dai due finanzieri.

Secondo l’accusa i due militari avrebbero minacciato il romeno di farlo licenziare presso l’impresa edile nella quale lavora, che avrebbero effettuato dei controlli nella ditta e che lo avrebbero fatto espellere essendo straniero. I due indagati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.