Adempimenti tutti di carattere prettamente tecnico di cui chiederemo conto ai dirigenti che se ne sono occupati. Intanto, ovvieremo ai rilievi e adotteremo ogni misura che riterremo adeguata a superare la difficoltà”. Con queste parole il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, ha commentato la notizia diffusa oggi che riguarda la decisione della Commissione europea di congelare il pagamento dei programmi realizzati in Sicilia con i fondi europei nel periodo compreso tra ottobre 2001 e giugno 2012, per un totale di 600 milioni di euro.

Bruxelles avrebbe deciso di bloccare i trasferimenti di denaro perché non sarebbe soddisfatta dalle risposte fornite dalla giunta regionale ai rilievi mossi dai funzionari della Commissione.

“Si tratta – ha spiegato Lombardo – di una comunicazione, peraltro datata, rispetto alla quale la buona collaborazione che abbiamo avviato con il ministero della Coesione territoriale credo che ci abbia fatto già superare parecchi dei rilievi che ci sono stati mossi”.

clap