Un ex carabiniere in servizio presso la compagnia di Mazara del Vallo (Trapani) dovra’ risarcire oltre 563 mila euro allo Stato per aver gonfiato i consumi di carburante per 5 anni. Lo ha deciso la Corte dei Conti, dopo che nel 2013 il militare aveva patteggiato una condanna per “falso ideologico” dinanzi al gip del Tribunale di Marsala.

L’ex militare, Giuseppe Ogliormino, 56 anni, palermitano, era a capo del deposito carburanti fino al dicembre 2010. Oggetto dell’inchiesta erano state le due contabilita’ da lui tenute mensilmente, una per il Servizio amministrativo e l’altra per il comando Compagnia, negli anni dal 2006 al 2010.

Dal raffronto tra le due documentazioni era emerso che nella prima contabilita’ veniva riportato il numero di buoni carburante effettivamente scaricato dal Servizio amministrativo, ma erano gonfiati i dati sui consumi, mentre in quella tenuta presso la Compagnia veniva riportato un numero di buoni presi in carico inferiori al dato effettivo, ma i dati sui consumi erano reali.