Prosegue a Palermo la manifestazione MobyDixit, la kermesse che ha preso il via ieri presso i Cantieri Culturali della Zisa e piazza Casa Professa nel quartiere Ballarò a porte aperte per il pubblico, le scuole, l’università e gli ordini professionali, con l’obiettivo di fare il punto sulla mobilità sostenibile, in Europa, in Italia e soprattutto a Palermo.

La Conferenza Nazionale sul Mobility Management e la Mobilità Sostenibile è da quindici anni un momento di riflessione fondamentale per i principali soggetti nazionali coinvolti nei processi di gestione della mobilità urbana nel nostro Paese. Moby DIXIT mette al centro della sua proposta la visione europea dei temi del Mobilty Management cercando di coniugarla con le specificità e con le esperienze nazionali in ambito formativo ed aziendale. Il format di Moby DIXIT aggiunge ai temi della gestione della mobilità, anche quelli più vicini al largo pubblico e riconducibili al green transport e alla mobilità intesa come bisogno essenziale, necessario non solo per lavorare o studiare, ma anche per vivere una piena integrazione sociale ed economica.

 Nelle giornate di giovedì 15 e venerdì 16, presso i Cantieri Culturali della Zisa, l’evento si è articolato tra varie sedute e conferenze plenarie, workshop tematici, dibattiti e una serie di eventi di carattere scientifico, culturale, formativo e ricreativo, riguardanti anche progetti europei sulla Mobilità Sostenibile.

Domani, sabato 17 ottobre, MobyDiit, si sposta nel cuore della città raggiungendo Piazza Casa Professa a Ballarò dove, in collaborazione con “Ballarò d’Autunno 2015 – Dimmi come mangi e come ti muovi”, replicherà i corsi di guida ecologica per i cittadini. A seguire, un importante talk show sui temi della mobilità sostenibile e, attraverso bus e autovetture elettriche Renault del servizio comunale di car sharing, si potrà accedere al Percorso Arabo Normanno, un tour a impatto zero per visitare le meraviglie architettoniche e storiche oggi patrimonio dell’Unesco (poiché i posti sono limitati, è fondamentale prenotarsi entro questa sera ai Cantieri della Zisa).