Quasi 74 milioni di prodotti contraffatti sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza nel corso dell’estate in ben 1.634 interventi, che hanno permesso anche di denunciare 676 persone ritenute responsabili, 12 dei quali tratti in arresto, e scoprire 6 opifici industriali utilizzati per la produzione delle merci irregolari.

Sono i risultati del piano di controlli estivi messo in atto dalla Guardia di finanza a tutela dei consumatori, e per il contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale nelle aree balneari e nelle città d’arte.

Si tratta di quasi 30 milioni di pezzi che sono risultati contraffatti, altri 3 milioni sono stati sequestrati per violazione delle norme a tutela del made in Italy e più di 40 milioni per violazione delle norme di sicurezza dei prodotti. I sequestri sono aumentati sensibilmente rispetto all’estate del 2014.

Le indagini partono dai punti di smercio e vendita, concentrati nelle località di villeggiatura, e puntano a ricostruire l’intera filiera del
falso e della distribuzione, fino ai produttori, agli importatori ed ai centri di stoccaggio della merce illecita.

Durante i controlli estivi sono state verificate 905 installazioni per la distribuzione di carburanti su tutto il territorio nazionale.