“Credo che in questo momento ci sono risultati ed applicazione, un pò di gioco ma non tutto quello che vorrei. La squadra però sta uscendo lentamente da un periodo dove anche immeritatamente stava raccogliendo una serie di risultati. Ora ne stiamo uscendo. Sabato prossimo affrontiamo una squadra, il Palermo, che ci dirà quali sono nostre possibilità di crescita”.

Cosi’ il tecnico del Pescara, Serse Cosmi parlando a margine di un incontro fra dirigenti, allenatori e capitani delle squadre del campionato cadetto con i vertici arbitrali in corso di svolgimento presso il centro tecnico di Coverciano.

“Playoff? Io ho un’intima convinzione ma rimane tale – ha aggiunto Serse Cosmi – Sto nel calcio da qualche tempo ed al di là della frase banale dello stare con i piedi per terra bisogna capire come mai questo gruppo di giocatori che ha concrete possibilità di ambire a quell’obiettivo, è ancora fuori dai playoff. Siccome io credo, anzi sono sicuro che Marino mio predecessore, abbia fatto un ottimo lavoro, devo capire quali sono i motivi e non sono tranquillo per questo”.

“Sforzini? E’ stato bravo ed intelligente a sfruttare le occasioni concessegli – ha concluso Serse Cosmi – Lui Maniero e Samassa sono ottimi attaccanti, tenerne fuori uno o due e’ un problema. La partita contro Palermo sara’ una gara di livello ‘alto’. Io nel momento in cui sono andato a Pescara mi sono ripromesso di inibire in parte la rabbia che ho dentro. Siccome in questi mesi senza allenare ne ho accumulata troppa, il rischio e’ di riversarla subito e quindi la voglio centellinare e regalarla alla mia squadra in maniera molto diluita”.