Come previsto Antonello Cracolici è stato eletto presidente della commissione Affari Istituzionali all’Ars. Il deputato del Pd prende il posto di Marco Forzese, presidente sfiduciato della prima commissione. “Il mio obiettivo è far ripartire la macchina legislativa all’Ars – ha detto Cracolici, subito dopo la sua elezione – bisogna garantire il confronto democratico, ma è necessario superare le incomprensioni che hanno portato alla paralisi e al collasso della commissione”.

“Ci sono alcuni disegni di legge importanti pronti per essere esaminati in commissione – ha aggiunto – penso ai testi su ‘semplificazione’, ‘città metropolitane’ e ‘modifiche della legge elettorale’: è da qui che bisogna ripartire”. Il lavoro di Cracolici alla prima commissione affari istituzionali potrebbe essere considerato il “lasciapassare” al governatore Crocetta per l’attività del suo governo dopo gli scontri durissimi che lo hanno opposto al suo partito, il Pd. Un segno di pacificazione che però per il governatore potrebbe segnare un controllo stringente sulle attività del governo. Dalla prima commissione passano infatti importanti proposte di legge con la possibilità di significativi emendamenti.