“Ho subito la vendetta trasversale tipicamente mafiosa del duo Crocetta-Faraone”. E’ violenta la reazione di Antonello Cracolici che nel gioco delle parti all’interno del pd sembra essere rimasto schiacciato, vittima della guerra fra il segretario regionale Fausto Raciti ed il trio Crocetta-Faraone- Lumia. Nonostante la disponibilità di Raciti a rinunciare alla candidatura per fargli spazio, infatti, questo potrebbe non essere possibile perché in quel caso Nelli scilabra rinuncerebbe alla sua di candidatura cedendola proprio a Lumia.

“Non sarò in lista – dice Cracolici – ma continuerò in Regione”. Un passaggio che conferma lo scontro fortissimo in atto nel Pd siciliano dopo il varo del Crocetta bis, frutto dell’asse tra il governatore e il componente della segreteria nazionale del Pd Davide Faraone. Circa le metà del partito in Assemblea ha già fatto sapere che starà all’opposizione anche se la candidatura Scilabra alle europee rischia di rimettere in discussione anche la lista degli assessori.