“Fatta la giunta, Crocetta vada adesso avanti assumendosi pienamente le responsabilità di governo. Compiendo cioè quelle scelte per la Sicilia che non sono più rinviabili”. Lo dice Michele Pagliaro, segretario generale della Cgil Sicilia, aggiungendo che “se questo non dovesse avvenire Crocetta dovrà trarne le dovute conclusioni”.

“Quello che è certo- specifica Pagliaro- è che non si può continuare a galleggiare sui problemi, perché la Sicilia rischia di affondare. Dopo 18 mesi di governo- aggiunge-  Crocetta non può continuare a scaricare le responsabilità sui due precedenti presidenti, ci vogliono le risposte sui problemi che restano irrisolti. Gli ammortizzatori sociali, la riforma della formazione professionale, l’avvio delle opere infrastrutturali già finanziate, il riordino della forestazione e delle province – sottolinea Pagliaro-  restano gli ambiti su cui l’azione del governo se non sarà determinata e avrà un seguito piuttosto che risolverli sarà causa dell’aggravarsi dei problemi.”

Il governo dunque si metta subito al lavoro“, è il monitor del segretario della Cgil “Stabilisca le priorità e sia dia una tempistica certa, perché come abbiamo sempre detto nella situazione data il fattore tempo non è neutro”. Per il sindacato “le prime risposte devono arrivare sui fronti della legge di stabilità, delle riforme istituzionali, della programmazione dei fondi europei”. Pagliaro infina ha sottolineato che “è fondamentale che ci sia una maggioranza certa e definita, perché altrimenti la Sicilia non avrà né speranza né futuro e Crocetta sarà di questo l’unico responsabile”.