Una concessione il presidente Crocetta l’ha fatta. Nel vertice, il primo che si è svolto a palazzo d’Orleans proprio in queste ore, il presidente della regione ha annunciato al segretario regionale Giuseppe Lupo e al capogruppo Pd al’Ars, Baldo Gucciardi che si iscriverà al gruppo parlamentare del Pd lasciando quello del Megafono. Un cedimento nello scontro che ha contraddistinto queste settimane di duro faccia a faccia fra il presidente della Regione siciliana e il suo partito e che è culminato nel ritiro del sostegno al governo deciso dalla direzione regionale del partito lo scorso 23 settembre.

In questo modo, alla vigilia della riunione della commissione regionale di garanzia fissata per domani, il presidente Crocetta intende mostrare la sua buona volontà e chiudere la concorrenza spietata che aveva opposto il Megafono al Pd. Nel comunicato della presidenza stilato a fine incontro si legge anche che “sono stati anche affrontati i tempi programmatici legati alla necessità di un’accelerazione dei processi di riforma da avviare in Sicilia e le azioni di risanamento del bilancio, delle politiche di solidarietà sociale, di rilancio dell’economia e del lavoro. La discussione continuerà nei prossimi giorni e, su questi temi, avranno luogo una serie di incontri con il partito e con l’intero gruppo del PD”.

Per Crocetta i risultati del vertice sono stati positivi “tanto da ritenere superata, in questo momento, la calendarizzazione parlamentare delle comunicazioni già previste per giovedì all’Ars”. Ovvero per Crocetta la crisi è finita e non riferirà in Parlamento come previsto giovedì 10 ottobre.