E’ iniziato oggi presso la presidenza della Regione il tavolo con i sindacati, presenti il presidente  Crocetta e le organizzazioni sindacali, Cgil, Cisl e Uil, rappresentate dai segretari Bernava, Pagliaro e Barone, per avviare il piano di confronto sugli aspetti riorganizzativi e sulle riforme.

I temi di oggi hanno riguardato sopratutto: la programmazione e riqualificazione spesa, le politiche del welfare, con particolare attenzione alle questioni connesse (Cig) e alle misure per i senza lavoro, il tema delle società partecipate, i processi di liquidazione in atto di alcune aziende e il trasferimento del personale presso le società strategiche, gli sportelli multifunzionali, con riferimento alla necessità di una riforma globale delle politiche del lavoro, la nuova legge sulla formazione e la creazione di un fondo di solidarietà e garanzia per i processi di mobilitá che potrebbero derivare per i lavoratori, i forestali con la priorità delle urgenze immediate di lavoro ma anche la riforma globale del settore attraverso la forestazione produttiva e interventi strutturali a difesa del territorio, lo stato delle opere incompiute in Sicilia sia della Regione che dei vari enti locali, il problema del precariato da affrontare assieme ai sindaci per avviare i processi di stabilizzazione dei lavoratori, il punto sull’accordo gia firmato con Trenitalia per l’alta velocità in Sicilia, l’accordo di servizio con Rete Ferroviaria Italiana, le questioni connesse alle vertenze industriali, con riferimento ad Eni, Lukoil, Fincantieri e i petrolieri, la cosiddetta vertenza chimica, la nuova legge sulle province e le competenze dei consorzi. I sindacati condividono l’idea di affrontare in modo strutturato i temi, dando priorità alle emergenze e giudicano importante arrivare a un calendario di incontri tematici sulle singole questioni, in modo da affrontare radicalmente una serie di problemi annosi all’interno della Regione siciliana. Tale calendario verrà strutturato dettagliatamente e comincerà la prossima settimana. La priorità verrá data al tema delle risorse da destinare alla cassa integrazione e  alla nuova legge su formazione e sportelli e via via ci saranno una serie di incontri che occuperanno gran parte del mese di luglio.

Soddisfatto il presidente che ha ringraziato le organizzazioni sindacali per l’approccio propositivo e sistemico. “Ciò che emerge dal tavolo – ha affermato Crocetta – è la necessita di affrontare singole questioni che mettano insieme politiche regionali e comunitarie, con l’obiettivo del rilancio produttivo della regione, il risanamento del bilancio all’interno di garanzie e la riforma del welfare”.