La Regione non permetterà la chiusura di alcun impianto dell’Eni sulla base di piani futuristici e promesse d’investimenti. Prima l’Eni investa, bonifichi le aree e tutto questo comporta dei tempi. Non si ripeterà più quanto accaduto a Termini Imerese con la Fiat, questo giochetto l’abbiamo già subito, un film già visto”.

Così il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, al termine della riunione al Mise.
Crocetta spiega che il governo Renzi “ha manifestato solidarietà alla Regione e ai lavoratori, chiedendo che prima di ogni discussione l’Eni presenti il piano industriale, salvaguardando tutti i posti di lavoro“.