“Un caso lampante di accanimento terapeutico consumato sulle spalle dei siciliani per mantenere poltrone e privilegi”. Così Sicilia Nazione commenta il quarto governo Crocetta.

“Il nuovo esecutivo regionale puzza di vecchio sia per i nomi sia per i metodi seguiti nella sua composizione – prosegue il movimento indipendentista – dato che è lo stratagemma della maggioranza per far rimanere in piedi l’Ars e non andare alle elezioni che per loro si tradurranno in una sicura sconfitta. Con questa ultima vergognosa operazione i partiti e i deputati che sostengono questo quarto governo, fallimentare come i precedenti, hanno gettato la maschera: a muoverli sono solo le cariche e i benefit che ne derivano; le sorti della Sicilia non sono affari loro”.