Nel tardo pomeriggio di ieri è crollato un altro pezzo della Panoramica di Enna, il tratto della strada provinciale 28 che dal bivio Kamuth porta al cuore della città, in piazza Garibaldi.

Il crollo, che ha danneggiato i cavi della telefonia e provocato il black out della rete nella parte alta della città e nei comuni di Calascibetta e Villarosa, riguarda un tratto risparmiato da un analogo episodio avvenuto nel 2009, quando collassarono oltre 40 metri di strada che comprendeva due campate del ponte in pietra e mattoni, da allora chiusa al traffico.

A breve sarebbero dovuti iniziare i lavori di messa in sicurezza delle pendici e la ricostruzione di quel ponte crollato. La protezione civile, infatti, ha stanziato oltre 6 milioni e mezzo, integrati con 600 mila euro dell’allora Provincia regionale.

Una volta iniziati i lavori le imprese avrebbero avuto 400 giorni per realizzare l’opera che prevedeva la ricostruzione delle due campate, la sistemazione idraulica del terreno sottostante, il rafforzamento delle basi delle altre campate e il rifacimento totale della sede stradale con un leggero allargamento.