Si terrà a Palermo, il 9 e il 10 novembre, presso l’auditorium della pinacoteca di Villa Zito (Via Libertà 52, Fondazione Sicilia), la Conferenza Internazionale dal titolo “Cultura, diversità culturale e sviluppo sostenibile: opportunità e nuove sfide per il Mediterraneo”. L’iniziativa è organizzata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

Due giorni di incontri, confronti e dibattito per discutere di esperienze di cooperazione maturate tra i Paesi del bacino del Mediterraneo nel campo del patrimonio materiale e immateriale, della creazione artistica e delle industrie culturali. Obiettivo principale della conferenza è rafforzare il dialogo interculturale e la coesione sociale tra le due sponde del Mediterraneo, offrendo un ulteriore slancio a politiche di sviluppo socio-economico sostenibile, coerenti con gli orientamenti delle organismi internazionali che intervengono su questi temi (UNESCO, Unione Europea, Consiglio d’Europa).

Interverranno autorevoli esponenti delle Istituzioni, tra cui Silvia Costa, Presidente della Commissione cultura del Parlamento europeo, Antonia P. Recchia, Segretario Generale del MiBACT, Giovanni Puglisi, Presidente Commissione Nazionale italiana per l’UNESCO e Presidente della Fondazione Sicilia, Andrea Meloni, Direttore Generale Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Aprirà la conferenza Leoluca Orlando, Sindaco del Comune di Palermo. Diversi gli esperti internazionali che parteciperanno alle tavole rotonde in programma il 9 novembre pomeriggio, moderate dai giornalisti RAI Fabio Cappelli e Roberto Zicchitella. Al confronto sui temi generali seguiranno, nel corso della seconda giornata, due sessioni mattutine parallele, articolate in più panel, sui temi della Protezione e gestione del patrimonio culturale nei progetti di cooperazione e del Sostegno alla creazione artistica e industria culturale (arti visive, musica e cinema).

Ai lavori coordinati per il MiBACT da Maria Grazia Bellisario, parteciperanno rappresentanti di diversi paesi dell’area Euro-Mediterranea (Egitto, Giordania, Libano, Marocco, Palestina, Tunisia per la sponda Sud e Francia, Grecia, Italia, Spagna per la sponda Nord), e degli altri soggetti promotori: Ministero Affari Esteri, Comune di Palermo, Associazione per l’Economia della cultura.

L’iniziativa, attuata in collaborazione con il MIUR, la Regione Siciliana, l’Università di Palermo e la Fondazione Sicilia, vede inoltre la partecipazione di altre istituzioni nazionali e internazionali e soggetti che operano attivamente nel settore. Al termine dei lavori sarà redatto un documento finale, quale futura piattaforma condivisa tra i partecipanti alla Conferenza Internazionale.