Il ciclista catanese Salvatore Luca Scavo, giovane ventottenne non udente, ha compiuto una singolare traversata in bici da Catania alla Norvegia, per poi fare ritorno a Bologna, in visita alla sorella per le festività natalizie.

Una storia da guinness dei primati perché, con i suoi 8000 chilometri percorsi in tutta Europa, Luca è il primo ragazzo non udente italiano ad aver affrontato questa singolare e impegnativa esperienza.

Dopo aver perso il suo lavoro da operaio in Sicilia, la grande forza d’animo ha spinto il giovane a pianificare la memorabile avventura a bordo della sua mountain-bike, munito solo di computer e telecamera per immortalare i momenti salienti.

Tappa dopo tappa, Luca ha attraversato scivolose strade innevate, tortuosi sentieri e perfino fiumi profondi percorrendo chilometri con la sua pesante bici in spalla.

Il coraggioso giovane non ha mai incontrato particolari difficoltà di comunicazione durante il viaggio tanto da essere talmente entusiasta da voler al più presto ripetere l’avventura in sella alla sua bici e ripartire per una nuova meta, la Thailandia.

Sentiremo sicuramente ancora parlare di lui.

a cura di Davide Urzì