Un cittadino di nazionalità marocchina Mohammed Boujida, 31 anni, è stato arrestato in flagranza dagli agenti della Polaria, la polizia di frontiera, in servizio all’aeroporto Fontanarossa di Catania.

L’extracomunitario proveniente da Istanbul ha tentato servendosi di un passaporto e di un permesso di soggiorno falsi, di rientrare in Italia dopo essere stato espulso e rimpatriato il 3 ottobre da Fiumicino, per il mancato rinnovo del permesso di soggiorno.

Il cittadino marocchino era partito da Istanbul con il proprio passaporto autentico ma, nel chiaro intento di sfuggire alle segnalazioni presenti nelle banche della Polizia di Frontiera, si è presentato al controllo di frontiera a Catania con i documenti falsi che, pur riportando la sua foto, erano intestati ad un’ altra persona.

Alcuni particolari dei documenti contraffatti non sono sfuggiti all’occhio attento degli operatori di polizia, esperti in falso documentale, che dall’immediata analisi scientifica, eseguita tramite le apparecchiature hanno avuto conferma del fatto che i documenti fossero falsi.

All’aeroporto Fontanarossa e al Porto continua incessante il lavoro degli Agenti della Polizia di Frontiera impegnati nell’ attività di vigilanza e controllo dei passeggeri in transito disposta dal Questore Marcello Cardona, tramite mirati servizi di prevenzione e repressione dei reati, con particolare attenzione a quelli in materia di falso documentale, dopo i tragici fatti di Parigi dello scorso 13 novembre.