Sit in di protesta davanti al comune di Misterbianco in via Sant’Antonio Abate del sindaco di Misterbianco Nino Di Guardo e dei rappresentanti del Comune di Motta Sant’Anastasia, assieme ai comitati cittadini “No discarica” per chiedere che l’assessore regionale Nicolò Marino “resti al suo posto per continuare la battaglia di legalità e trasparenza contro i poteri forti e ben radicati”. 

Come componente del Governo regionale, Marino, si è battuto contro l’ampliamento della discarica di Motta Sant’ Anastasia, accogliendo il favore dei Comitati ‘No Discarica’ che da anni si battono a Misterbianco e Motta per la chiusura e la delocalizzazione dell’impianto.

LE FOTO DEL SIT IN 

“Abbiamo fatto un appello alle forze politiche – ha detto il sindaco Di Guardo – perché l’assessore Nicolò Marino resti al suo posto. Perché le battaglie si fanno non a parole, ma con i fatti. In un momento in cui la sua iniziativa su ambiente e discariche stava dando i suoi primi frutti è impensabile sostituirlo. Sono richieste che vengono dal masso, dai cittadini, dalla gente comune che vuole lottare per la legalità, difendere la trasparenza e riappropriarsi del proprio futuro”.

A rappresentare il Comune di Motta è il vicesindaco Franco Restifo: “Il rischio concreto che l’assessore Marino venga sostituito – ha detto – comporterebbe l’interruzione di quel percorso di verifica intrapreso con la Commissione regionale all’Ambiente delle autorizzazioni di ampliamento della discarica che già di per sè hanno evidenziato gravi criticità ne rilascio delle autorizzazioni per l’impianto ‘Valanghe d’inverno”.

A sostegno dell’iniziativa oltre ai comitati No Discarica, presenti Paolo Conti, Danilo Festa, Josè Calabrò, Sebastiano Lo Certo e Maria Caruso, gli assessori Mario Santagati di Motta S. Anastasia e Stefano Santagati, Santo Mancuso ed Angela Vecchio del comune di Misterbianco oltre al presidente del consiglio comunale di Misterbianco Nino Marchese e diversi consiglieri.

LEGGI ANCHE