Sarebbe  prevista anche la presenza del ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio all’apertura della bretella che da venerdì prossimo collegherà i tratti interrotti dell’autostrada A-19 Catania-Palermo. Tuttavia l’inaugurazione viene considerata ‘solo una toppa’ dai partiti di opposizione.

Il capogruppo di Forza Italia all’Ars, Marco Falcone, sostiene che “non c’è nulla da festeggiare , si sta dunque facendo un aggiustamento ad un problema grave, che permane, che condiziona la vita di milioni di siciliani. Mentre nelle regioni del Nord Palazzo Chigi continua ad inaugurate opere importanti, in Sicilia si inaugurano solamente i rattoppi. Lo stato delle infrastrutture dell’Isola è in gran parte obsoleto, la nostra terra continua ad essere maltrattata dalle istituzioni nazionali con la connivenza del governo regionale”.

Nei giorni scorsi era stato l’esponente dei 5 Stelle, Giancarlo Cancelleri, a contestare la mancata consegna entro i tempi del by pass.

“Un’altra promessa a vuoto – scriveva lo scorso 6 novembre Cancelleri – .Anche per la bretella sulla A19 il governo non ha mantenuto gli impegni presi. Sono scaduti oggi i trenta giorni annunciati per ricucire la Sicilia, riaprendo al traffico veicolare l’autostrada Palermo-Catania (all’altezza di Scillato), dopo sette lunghissimi mesi di stop ed inenarrabili disagi dei siciliani”.

La bretella è di appena 1,5 chilometri, un gran passo avanti rispetto ai 38 in più che sono costretti a percorrere attualmente.