“Siamo contenti dell’intesa fatta con gli amici del Ncd e Angelino Alfano. E’ il primo passo di un percorso politico che ci deve portare all’aggregazione di tutta l’area dei moderati”. Con queste parole il presidente dell’Udc, Gianpiero D’Alia, presentando a Palermo i candidati nella lista Ncd-Udc isole, Giovanni Pistorio, segretario siciliano del partito, e Patrizia Valenti, assessore alle Autonomie locali nel governo di Rosario Crocetta.

Secondo D’Alia, la lista, “che è forte e qualificata”, in base ad alcuni sondaggi parte da un consenso tra il 6 e 7 per cento, “senza considerare la rappresentatività dei singoli candidati a livello territoriale”. “Il loro contributo alla campagna elettorale per le europee e’ importante, mi rifiuto di pensare che non lo daranno, per loro sarebbe un suicidio politico. Essendo persone intelligenti non credo vogliano suicidarsi. Prossima settimana ci vedremo e chiariremo”. Cosi’ il presidente dell’Udc, Gianpiero D’Alia, ai cronisti che gli hanno chiesto un commento rispetto alla nota firmata dai quattro parlamentari regionali (Lillo Firetto, Nino Dina, Mimmo Turano e Margherita La Rocca Ruvolo) in dissenso col partito rispetto al nuovo governo Crocetta e all’indicazioni dei due assessori in giunta.

Stamattina D’Alia ha presentato, a Palermo, i due candidati Udc nella lista isole formata assieme a Ncd: Patrizia Valenti e Giovanni Pistorio.

D’Alia anche il punto sul quadro politico regionale. “In Sicilia non c’è un governo di centrosinistra, perché l’Udc non è di centrosinistra. Noi abbiamo fatto un patto col presidente Crocetta, l’alleanza ha rotto il vecchio centrosinistra tradizionale, che non esiste piu’ e proprio nell’isola abbiamo anticipato i tempi rispetto a quanto poi è avvenuto a livello nazionale”.