Una bretella alternativa, lunga un chilometro e mezzo che permetta di scavalcare l’area della frana. e’ il piano dell’Anas per ristabilire, in via provvisoria, la viabilità sulla Palermo – Catania.

La bretella dovrebbe seguire un tortuoso percorso attraverso lo svincolo di Scillato, passare per due volte al di sotto dell’attuale ponte viadotto Himera per poi ricongiungersi al tratto sano dell’autostrada.

Un percorso di 1 chilometro e mezzo circa in sostituzione di un viadotto in 4 campate lungo circa 900 metri. una soluzione certamente migliore dell’attuale che costringe a salire sulle Madonie per poi riscendere e riallacciarsi al tratto autostradale.

Per poter mettere in pratica anche questo progetto provvisorio ci vorranno, comunque, mesi. In primo luogo occorre abbattere per intero le 8 campate del viadotto (4 per ogni corsia di marcia) poi realizzare la strada alternativa. Secondo il ministro della infrastrutture Graziano Delrio l’opera sarà ultimata in tre mesi ma nella migliore delle ipotesi la via potrà essere libera per il prossimo autunno.