Il corpo senza vita di una ragazza di 20 anni, con diversi colpi di arma da taglio, è stato ritrovato in auto alla periferia di Nicolosi, in zona Monpeloso, a pochi chilometri dal centro del paese alle falde dell’Etna.

GUARDA LE FOTO

La vittima è Giordana Di Stefano ed in passato aveva denunciato episodi di stalking. Il cadavere delle giovane è stato rinvenuto nella sua macchina, un’Audi A2 grigia. Sul corpo sarebbero evidenti le coltellate alla gola, al torace e all’addome.

Secondo le prime indiscrezioni,  gli inquirenti stanno già indagando su eventuali collegamenti tra le denuncia presentate dalla ragazza e l’omicidio. Proprio oggi era prevista l’udienza in Tribunale, poi rinviata, per quei casi di stalking denunciati nel 2013. Nell’esposto la ragazza segnalava di avere ricevuto sms assillanti e di essere bersaglio di appostamenti. Da allora nessun altra denuncia.

Giordana era molto conosciuta a Nicolosi soprattutto per la passione per la danza. Nonostante la giovane età la ragazza era madre di una bambina e per starle vicino aveva lasciato la scuola. I rapporti con il padre della piccola non sarebbero stati idilliaci tanto che Giordana lo denunciò per stalking. L’uomo è al momento risulta irreperibile.

La scomparsa della ragazza è stata la madre: la donna, non vedendo rientrare la figlia a casa, stamani si è presentata ai carabinieri di Nicolosi per segnalare il caso.

Il corpo senza vita di Giordana è stato trovato poi da una pattuglia dei carabinieri. Intanto la salma è stata trasferita all’obitorio dell’ospedale Garibaldi di Catania, mentre una piccola folla di cronisti e di amici della vittima si è radunata proprio davanti la caserma dei carabinieri di Nicolosi.

L’inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore di Catania, Alessandro Sorrentino.