“E’ stato un buon incontro”. Lo ha detto il sottosegretario alla Presidenza Graziano Delrio, a margine della ‘Leopolda’ a Palermo ai cronisti che chiedevano un commento sull‘incontro di ieri con il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta.

“Abbiamo affrontato le vere emergenze – ha detto – come quella idrica, per fare partire rapidamente i cantieri e rifatto il punto sulle riforme”.

Poi il sottosegretario ha parlato della situazione all’interno del partito. “Il Pd e’ un partito grande che ospita tante culture e persone. E’ un campo molto ampio. E’ giusto ascoltare e avere il contributo di quante piu’ persone possibile. E’ un grande partito nazionale popolare” ha detto Delrio riferendosi all’apertura del Pd siciliano a formazioni politiche come Articolo 4, il movimento fondato da un ex esponente del Mpa Lino Leanza, poi fuoriuscito e che sostiene il governo Crocetta in Sicilia.

“Pur non conoscendo nel dettaglio la situazione siciliana – ha proseguito – credo sia una scelta opportuna avere tanti contributi da tante culture diverse”. A chi ha fatto notare i malumori di alcuni esponenti dem per l’ingresso di politici in passato vicini all’ex governatore Raffaele Lombardo, Delrio ha risposto: “E’ responsabilita’ dei dirigenti regionali. Sono sicuro vigileranno perche’ le cose si svolgano in maniera corretta e vi sia un grande presidio sulla legalita’. Sono scelte che il Pd ha fatto in maniera decisa e irreversibile. Non sono preoccupato. Ho fiducia nei dirigenti regionali”.

Delrio ha inoltre annunciato che “sara’ presto firmata la convenzione per il rinnovo dei servizi dell’Ismett”, centro d’eccellenza della sanita’ siciliana. “A Palermo ci sara un grande centro di ricerca – ha aggiunto riferendosi al progetto per le biotecnologie che dovrebbe sorgere entro il 2018 a Carini- e’ da questi messaggi concreti che nasce la speranza”.