Il rinvio in Commissione del ddl pagamenti è stato “l’ultima goccia che ha fatto traboccare il vaso”. L’assessore regionale all’Economia, Luca Bianchi, si è dimesso. Nell’incontro con la stampa stamane non ha celato la sua amarezza.

“Grande tristezza” è il commento a caldo della collega di Giunta, la bergamasca Michela Stancheris, assessore regionale al Turismo.

“Si sta dimettendo l’assessore Bianchi della Giunta Crocetta, l’unico che sia riuscito a fare un taglio reale dei costi – dice Stancheris – ha riportato la legalità, e riposizionato la Sicilia in un ruolo sui tavoli nazionali. Oggi la Sicilia e la politica tutta (me compresa) ha fallito – tuona l’assessore – se perde un economista come Bianchi. L’unico che aveva incluso la riforma della cultura, lo sport e il turismo nel documento di sviluppo. Oltre ad avere un aspetto umano straordinario. Grande tristezza”.

A unirsi al coro di dispiacere per la decisione di Bianchi c’è anche Baldo Gucciardi, presidente del gruppo Pd all’Ars: “Provo dispiacere e rammarico per la decisione di Luca Bianchi di lasciare la guida dell’assessorato all’Economia: con lui la Sicilia ha iniziato un importante e delicato percorso di risanamento dei conti e messa in sicurezza del Bilancio, un percorso sostenuto con convinzione dal PD rispetto al quale non si potrà fare alcun passo indietro”.

“In questo anno e mezzo ho apprezzato Bianchi non solo per la sua competenza e professionalità, ma anche per uno stile e un garbo istituzionale non comune. Rispetto la sua decisione – conclude Gucciardi – e ribadisco la mia stima e il mio apprezzamento per il lavoro svolto”.

“L’assessore Luca Bianchi ha potuto contare in ogni momento del suo mandato sulla vicinanza del gruppo del Megafono. A Bianchi oggi esprimo la solidarietà e la stima di tutti i nostri parlamentari”,  ha detto Giovanni Di Giacinto, capogruppo del Megafono all’Ars “La Sicilia, con le sue dimissioni, perde un professionista che in questo anno ha lavorato sodo per mettere in ordine i costi della Sicilia, con una vera spending review che ha portato la regione fuori da un vero rischio default”.

“Le dimissioni di Luca Bianchi devono riportare tutti a riflettere sulle effettive esigenze dei siciliani. Il lavoro svolto con serietà e determinazione dall’assessore Bianchi ha consentito alla Sicilia di riprendersi un ruolo nello scenario nazionale, grazie all’impressionante risanamento dei conti della Regione, circa 1 miliardo di risparmi solo nel 2013 e lo smaltimento di debiti pregressi per 600 milioni di euro. Un’opera che nessuno credeva possibile”. Lo dicono i deputati di Articolo 4 all’Ars dopo le dimissioni dell’assessore regionale all’economia Luca Bianchi.

“Dopo questo grande risultato – continuano i 9 deputati di Articolo 4 – rafforzare la posizione di liquidità della Regione con l’approvazione del dl pagamenti e consentire di pagare celermente le tante imprese che operano sul territorio siciliano appare un atto dovuto e di rispetto nei confronti di Luca Bianchi e della stessa Sicilia”. “All’assessore Luca Bianchi – aggiunge Lino Leanza – va tutta la stima personale e di Articolo 4”.

“Le dimissioni sono un atto politico importante che confermano la serieta’ e l’onesta’ intellettuale dell’assessore Luca Bianchi che abbiamo avuto occasione di apprezzare sia come ricercatore impegnato nello studio del Mezzogiorno sia nel ruolo di assessore dove con determinazione ha lavorato, in condizioni estremamente difficili, per il risanamento finanziario della Regione”. Lo afferma il Segretario regionale dell’Udc siciliana Giovanni Pistorio. “La sua scelta – conclude il segretario dei centristi – ci priva dell’impegno di un uomo di valore ma siamo certi che la sua passione civile e le sue competenze saranno ancora utili alla Regione e all’Italia”.